Crea sito

Premio Proloco con concerto d’archi

Sabato 16 marzo si terrà il “Premio Pro loco” in ricordo di Fausto Carozzi. Alle 21 all’auditorium Don Renato Mazzoleni si celebrerà l’evento che coinvolge in primis tutta la cittadinanza. Saranno infatti consegnati riconoscimenti ai cittadini che si sono distinti per l’impegno profuso, il tutto accompagnato da un bellissimo concerto.

Premio Proloco, la parola ai cittadini

Il Premio Pro loco è intitolato a Fausto Carozzi, scomparso nel 2014 e rimasto nei cuori di tutti i cisanesi. E’ un evento che giunge alla sua quarta edizione, con lo scopo di premiare persone, enti o associazioni che con il loro operato onorano il nome di Cisano Bergamasco. “Questo riconoscimento vuole stimolare ognuno di noi a guardare anche alle cose buone, alle cose semplici, alle cose positive. A tutte quelle cose belle che non siamo più abituati a cogliere, che abbiamo smesso di cercare ma che ogni giorno crescono intorno a noi, con noi e persino dentro di noi. Con questi propositi vogliamo valorizzare le virtù preziose personali e le realtà positive di aggregazione e di sostegno, convinti che la passione e l’impegno dell’ordinario possono rendere ogni cosa straordinaria, sopra ogni aspettativa, tenendo sempre ben presente quella frase con la quale Fausto amabilmente ci ammoniva: non bisogna strafare ma semplicemente fare” ha ricordato il presidente Pro loco Giuseppe Secomandi.

Nel 2018 il ricordo del dottor Angelo Carenini

NeI 2018 il Premio Pro Loco è stato consegnato alla memoria del dottor Angelo Carenini, scomparso ad agosto 2017 e ricordato con profondo affetto dai cisanesi. Dichiarato il nome del vincitore tutta la gente in sala si alzò applaudendo commossa per oltre un minuto. “Per aver dedicato la sua vita alla professione medica con amore, umiltà, disponibilità e professionalità. Per le sue doti umane con le quali infondeva speranza nei pazienti, li curava, li tranquillizzava. La sua attenzione era rivolta anche ai familiari a cui non mancava mai una carezza per far comprendere la sua vicinanza”. Per essere stato il dottore di tutti, a qualsiasi ora ed in qualsiasi posto. Con questi sentimenti di immensa riconoscenza per chi l’ha conosciuto, e con l’auspicio che le sue doti professionali ed umane siano il riferimento per tutti, ma soprattutto per le ragazze ed i ragazzi di Cisano che si accingono a studiare ed a praticare questa professione”. A consegnare il riconoscimento ai familiari del dottor Carenini ci furono i familiari di Fausto Carozzi: la moglie Ivonne ed il figlio Nicolas. Fu una serata di emozioni, speranze, ricordi e voglia di diffondere gli insegnamenti di coloro che hanno saputo essere d’esempio a tutta la comunità con i gesti della quotidianità.

Suoni d’Autore in concerto d’archi

Ad accompagnare l’evento il quartetto d’archi di “Suoni d’Autore” diretto dal maestro Matteo Fedeli, che suonerà il preziosissimo violino Pietro Guarnieri 1709. Ci saranno al violino Sofia Manvati, alla viola Vittorio Benaglia ed al violoncello Cristiano Frisenda. Tra i brani eseguiti Divertimento in Fa Maggiore KV 138 e Da Eine Klein Nachtmusik (la serenata in Sol Maggiore K525) del grande musicista prodigio austriaco Wolfgang Amadeus Mozart. Nel programma anche dal quartetto n. 1 Op. 11 in Re Maggiore ed Andante Cantabile e Scherzo di Piotr Ilic Ciaikowsky per poi concludere dal quartetto Op. in Sol Minore del compositore e pianista norvegese Edvard Grieg.